Auguri dal chiostro - Buona Pasqua della Rissurrezione 2017

“Vi proclamo, fratelli, il Vangelo che vi ho annunciato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi. Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e fu sepolto ed è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e apparve a Cefa e quindi ai Dodici”. Tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba.
Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità e questo corpo mortale d'immortalità, si compirà la parola della Scrittura:
La morte è stata ingoiata per la vittoria.
Dov'è, o morte, la tua vittoria?
Dov'è, o morte, il tuo pungiglione?
Il pungiglione della morte è il peccato. Siano rese grazie a Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo! Perciò, fratelli miei carissimi, rimanete saldi e irremovibili, prodigandovi sempre nell'opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore.

Si susseguono ai nostri giorni con impressionate rapidità scenari di morte: morti violente, morti di innocenti, catastrofi di ogni genere, distruzioni, sconvolgimenti. Coinvolti e stravolti da questi scenari a Pasqua siamo ancora invitati a volgere lo sguardo a Colui che abbiamo trafitto. Occorre però uno sguardo illuminato dalla fede per non cadere nel facile inganno di vedere nel divin Crocifisso soltanto una vittima, una della tante vittime innocenti, che ha solo preceduto quelle dei nostri giorni. Quella lampada che ci è stata consegnata come dono prezioso nel giorno del nostro battesimo, dobbiamo farla ardere e ben alimentarla per non cadere nel buio di una interminabile cieca assurda inarrestabile passione, tanto violenta da coinvolgere perfino il Figlio di Dio e che si espande e continua la sua perfida violenza fino a noi, fino a ferire le nostre coscienze, a minare la nostra fede e mietere altre vittime. Volgere lo sguardo a Colui che abbiamo trafitto significa prima di tutto cercare di comprendere l’origine e la crudarealtà del male, che vive in noi e con noi, perpetrato dall’uomo che sfida il Cielo, dall’uomo che presuntuoso, solo e senza Dio si ferisce mortalmente nell’intimo, e che poi continuamente insudicia la terra e la cosparge di male. Quel male che poi ci assale, ci si ritorce contro con violenza e brutalità. Quel male che è poi la nostra triste storia quotidiana, è il male di ognuno di noi, quello personale e quello collettivo. Quel male che poi in modo blasfemo osiamo attribuire a Colui che ci ha creati e redenti. Non siamo in grado di liberarcene da soli, l’uomo non può salvare se stesso. Ecco allora che il nostro sguardo si rivolge fiducioso all’Uomo del Calvario, al Dio della Croce: quella passione ci appartiene, quella crudeltà ora ben sappiamo donde viene, quella coronazione di spine in modo eloquente ci parla della nostra assurda presunzione e delle nostra insane pretesa di gloria e di potere. Scopriamo finalmente con lo sguardo della fede che il Trafitto sta operando una prodigiosa ascensione e una ammirabile assunzione: umiliato fino alla morte di croce, sale per ricondurci alla Casa paterna; assume, prende su di sé tutto il nostro male e si presenta dinanzi al Padre come unico responsabile pronto per espiarlo e pagarne il prezzo. Sì, proprio così il nostro male viene cancellato dal Figlio di Dio! Questa è la nostra Pasqua! Così il male muore inchiodato alla croce, muore sul monte, viene calato in un sepolcro, viene sceso nelle viscere della terra e il bene risorge in un mattino radioso: era il 16 di Aprile 2017. Il Bene è tornato a fiorire nel giardino accanto al monte, dove il Risorto ci chiama tutti per nome per un nuovo Battesimo nel Suo sangue, è tornato a fiorire nel cuore di una peccatrice convertita, è tornato a fiorire nel cuore di due delusi che procedono in senso contrario verso Emmaus e, incontrato il Risorto, tornano al Cenacolo come testimoni, è tornato a fiorire nel cuore degli apostoli frastornati e impauriti poi intrepidi e martiri gloriosi, è tornato a fiorire in Tommaso che non crede, tocca i segni della redenzione e proclama che Gesù è il suo Signore e il Suo Dio, è tornato a fiorire nel tuo e nel mio cuore con il calore e la luce di quella lampada pasquale che una Madre buona, madre del Risorto e dei risorti, dai piedi della croce e gloriosa dal Cielo santo, sempre come mediatrice alimenta tutti noi.

 Non mi intrattenere! Alleluia, Alleluia!

Non mi intrattenere! Alleluia, Alleluia!

---------- 0 -----------------
PROMOZIONE PASQUALE NOSTRO NEGOZIETTO
------------------------------
https://www.monastica.info/prodotti-monastici/

Con il CODICE: Q053E7M potete acquistare i nostrri prodotti con uno sconto pasquale. Tutti i nostri prodotti sono naturali e senza allegreni. La promozione scadrà il 23.04.2017
ATTENZIONE: IL NOSTRO NEGOZIETTO RIMARRA' CHIUSO DA MERCOLEDI' SANTO, 12.04.2017 a Mercoledì della settimana successiva, 19.04.2017, per le festività pasquali. Gli ordini pervenuti in quella settimana saranno evasi dal 20.04.2017.
---------- 1 -----------------
CINQUE PER MILLE PER IL NOSTRO MONASTERO (ONLUS GIOVANNI PAOLO II)
------------------------------
http://liturgia.silvestrini.org/speciali/44.html
Tutti conosciamo l'"OTTO PER MILLE", con il quale da anni, i fedeli sostengono la Chiesa Cattolica e le infinite Opere di carità che essa svolge in Italia e nel mondo delle missioni. Da alcuni anni, oltre all'8 per mille, i contribuenti possono sostenere anche altre opere ecclesiastiche come quelle del volontariato, delle organizzazioni non lucrative, associazioni e fondazioni. Il nostro Monastero, per le attività che svolge, è stato riconosciuto dal FISCO, come ente capace di ricevere questo tipo di detrazioni. Pertanto se vuoi, nella compilazione della dichiarazione dei redditi (compilazione del CUD; 730/740; UNICO) puoi destinare la quota del "CINQUE PER MILLE" in favore del Monastero.
ATTENZIONE: Se non verrà apposta nessuna firma nello spazio dedicato al "CINQUE PER MILLE" la quota verrà comunque detratta ma destinata alle attività gestite dallo Stato. Oltre alla firma del contribuente è obbligatorio il codice fiscale del nostro Monastero.
Monastero San Vincenzo Martire
Opera Giovanni Paolo II ONLUS
Bassano Romano
Codice fiscale nr. 80004470565

N.B.: I FONDI RACCOLTI CON IL 5/MILLE VERRANNO DESTINATI ALLE OPERE COLLEGATE AL NOSTRO NUOVO MONASTERO IN CONGO B. - AFRICA
---------- 2 -----------------
ORARI DELLE CELEBRAZIONI
------------------------------
FERIALE: ore 6.15 Lodi - ore 12.15 Ora Media - ore 18.30 Messa Conventuale - ore 19.00 Vespro - ore 20.45 Compieta
FESTIVO: ore 6.30 Lodi - ore 8.30-10 Sante Messe - ore 12.15 Ora Media - ore 19.00 Vespro - ore 20.45 Compieta
Il Giovedì: L'adorazione Eucaristica dalle ore 17.00 e fino alla messa
L'ultimo martedì del mese: Celebrazione di Riparazione al Santo Volto di Cristo: ore 15.30 (16.30)
CONFESSIONI: Prima delle celebrazioni o campanella in chiesa tutti i giorni dalle 9-12 e dalle 15.30-18.00
TRIDUO SANTO:
Giovedì santo:
- Ore 17 In Cena Domini
- Ore 21 Veglia Eucaristia della Comunità
Venerdì santo: (digiuno e astinenza)
- Ore 8 Ufficio Letture - Lodi
- Ore 16 Liturgia della Passione
Sabato santo:
- Ore 8 Ufficio Letture e Lodi
- Ore 21.30 Veglia Pasquale
Domenica di Pasqua: Messe Ore: 8.30; 10; 11.30
Lunedì di Pasqua: Ore 8.00; 10.00
(verificate sempre l'orario telefonando al numero del monastero).
---------- 3 -----------------
PER INVIARE PREGHIERE
------------------------------
http://liturgia.silvestrini.org/preghiere
I monaci si riuniscono in preghiera diverse volte al giorno. Praticano anche la preghiera personale, in privato. In tutti questi momenti presentano a Dio diverse intenzioni: della Chiesa, della Congregazione, le intenzioni affidate loro negli incontri spirituali con i pellegrini o con gli ospiti del Monastero. Da un po' di tempo ci sono arrivate richieste di preghiere tramite email. Abbiamo deciso di creare una pagina ed inserirle sul nostro sito. Se anche tu voi chiederci una preghiera secondo le tue intenzioni faccelo sapere tramite la posta elettronica: preghiere@silvestrini.org Grazie a questa pagina si è creato un "Gruppo di preghiera" sparso un po' per la Rete. Anche loro si uniscono con noi nelle intenzioni qui sotto indicate. Ed anche per tutte le persone che hanno preferito che le loro intenzioni non fossero inserite su questa pagina. Per questioni di privacy, dal 2008 le preghiere non vengono più riportate su questo sito, ma i monaci si impegnano ad affidarle comunque al Signore. Per ordinare le sante messe da celebrare nel nostro Santuario del Santo Volto: http://liturgia.silvestrini.org/speciali/16.html
---------- 4 -----------------
ALCUNI DEI SERVIZI OFFERTI
------------------------------
* Puoi ricevere tutti i giorni nostra Liturgia direttamente alla tua casella email:
http://liturgia.silvestrini.org/email.html
* La liturgia sul tuo sito: http://liturgia.silvestrini.org/scripts.html
* La liturgia via RSS feed (XML): http://liturgia.silvestrini.org/rss.html
(NEW!) * PODCAST di Liturgia: http://podcast.silvestrini.org/
* Toolbar della liturgia per il tuo browser: http://liturgia.silvestrini.org/speciali/23.html
* Liturgia via telefono: http://liturgia.silvestrini.org/speciali/25.html tel. 06/45221015
* Domande liturgiche: http://liturgia.silvestrini.org/faq.html
* Archivio: http://liturgia.silvestrini.org/archivio
* Supporta il sito: http://liturgia.silvestrini.org/supporta.html
* La Liturgia su Facebook: https://www.facebook.com/groups/liturgia.silvestrini.org/
---------- 5 -----------------
CONTATTI CON I MONACI
------------------------------
http://sanvincenzo.silvestrini.org/info/contatti.htm
MONASTERO:
Tel. +39.0761-176.2.176 -340.7500521
FAX. +39.0761-176.0.286
------------------------------
Il sito del Monastero: http://sanvincenzo.silvestrini.org/
Il sito dell'Opera Giovanni Paolo II: http://www.jp2f.org/
Il sito della Liturgia Settimanale: http://liturgia.silvestrini.org/
Il sito della CASA PER FERIE: http://www.monastica.info/
Il sito del NEGOZIETTO: http://www.monastica.info/negozio
Facebook: https://www.facebook.com/sanvincenzo.silvestrini.org
Twitter: https://twitter.com/Liturgia_silv